EMERGENZA CORONAVIRUS

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 31 marzo: 23.904 nuovi casi e 467 morti

31.03.2021 18:53

Sono 23.904 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri sono stati +16.017, qui il bollettino). Con i dati della Sicilia che sono relativi alle ultime 48 ore, cumulativi di due giorni. Sale così ad almeno 3.584.899 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 467 (ieri sono stati +529), per un totale di 109.346 vittime da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 2.913.045 e 23.744 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri +18.687). Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 562.508, pari a -324 rispetto a ieri (-3.161 il giorno prima), in flessione per il terzo giorno di fila. La flessione degli attuali positivi di oggi — con il segno meno davanti — dipende dal fatto che i guariti, sommati ai decessi, sono in numero maggiore rispetto ai nuovi casi.

I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 351.221, ovvero 49.770 in più rispetto a ieri quando erano stati 301.451. Mentre il tasso di positività è 6,8% (l’approssimazione di 6,80%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti più di 6 sono risultati positivi; ieri era 5,3%. Qui la mappa del contagio in Italia.

Più contagi in 24 ore rispetto a ieri, a fronte di più tamponi. Nella sua altalena la curva si alza sempre a metà settimana (+21.267 casi mercoledì scorso) — per effetto di un maggior numero di analisi — per poi raggiungere il punto massimo tra giovedì e venerdì e scendere nel weekend. Nonostante il timido rallentamento dell’epidemia, la quantità di nuove infezioni è alta. «In Italia la variante inglese è presente in circa l’87% dei campioni esaminati ed è caratterizzata da un aumento del 35-36% della trasmissibilità — ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza —. È stata inoltre identificata la variante brasiliana in alcune regioni dell’Italia centrale. La presenza di queste varianti fa sì che sia necessario mantenere comportamenti prudenti».

In calo le degenze, ordinarie e non. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono -51 (ieri +68), per un totale di 29.180 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono -6 (ieri -5), portando il totale dei malati più gravi a 3.710. La variazione dei posti letto occupati, in area critica e non, indica il saldo tra i pazienti usciti e quelli entrati nelle ultime 24 ore. Infatti, i nuovi ingressi in rianimazione sono +283 (ieri +269).

Le dosi di vaccino somministrate sono oltre 10 milioni. I cittadini che hanno ricevuto la seconda dose sono più di 3,1 milioni. Qui la mappa aggiornata ogni sera e qui i dati in tempo reale del report «Vaccini anti Covid-19» sul sito del governo.

Casarano: Orlandi, ‘Siamo padroni del nostro destino’
Gravina, colpo a centrocampo