Calcio

Baldini: “Senza la giusta cultura la C sparisce”

12.01.2020 22:24

Silvio Baldini, allenatore della Carrarese, nella sala stampa del “Moccagatta” di Alessandria non si è fermato solo sul piano tecnico, ma ha parlato anche del delicato tema della defiscalizzazione e del recente sciopero della Serie C: “Siamo in Italia, un paese in piena crisi di valori - ha spiegato Baldini - dove un qualcosa di importante come la famiglia viene ad essere costruito su rapporti nati in chat. Ed anche un ambiente formativo come la scuola è in difficoltà. Lo sciopero della Serie C è stato giusto, si doveva scioperare anche oggi per ottenere qualcosa. Bisogna andare a oltranza. Mi ricordo che ci sono stati scioperi che sono durati parecchio; la fortuna è stata che questo sciopero è arrivato prima della sosta, quindi è durato un mese nel complesso. Se non avremo ottenuto nulla, sarà un peccato e mi dispiace. Però il presidente della Lega è uno che si è dimostrato attento al tema, focalizzato sui problemi delle squadre di Serie C, gli faccio i complimenti per aver fatto questa scelta. Se le squadre non vengono defiscalizzate sarà un problema, non ci sono soldi, ma dove andiamo? La realtà rischia di sparire, rimane solo la A e la B. Ci sono giocatori che hanno 23 anni e sono considerati vecchi perché non generano contributi, quindi anche nel calcio ci sono regole sbagliate. Se ognuno invece pensa alla sua poltrona, alla fine il movimento rischia di sparire perché manca la cultura. Possiamo fare tutti gli scioperi che vogliamo ma se si tira a campare e di base manca la cultura non si ottiene nulla"

VIDEO: L'impresa del Nardó a Fasano
Futsal: Trovato morto Antonio Capuozzo, ex portiere del Pescara campione d’Italia