Calcio

Brindisi - Foggia finisce tra fiamme e lacrimogeni

22.08.2019 10:39

IL PUBBLICO - Una serata che sembrava dovesse diventare uno spot per il calcio. Oltre 5.000 spettatori sugli spalti, il ‘Fanuzzi’ che torna ad accendere i riflettori per una gara notturna. La città che riassapora il calcio vero. Uno spettacolo straordinario, un colpo d’occhio inatteso quello che aveva regalato la tifoseria brindisina in occasione del derby col Foggia. Mai si era vista cosi tanta gente per un preliminare di Coppa Italia di Serie D.

GARA A RISCHIO - La gara era considerata a rischio dagli organi preposti tant’è che in un vertice tenuto in settimana erano state disposte particolari restrizioni per i tifosi ospiti. Solo 200 tagliandi, divenuti poi 236, e tutti nominativi. Ma evidentemente non è bastato perché alla fine della partita è successo di tutto, con le due tifoserie che hanno provato a venire a contatto nel parcheggio dello stadio.

LACRIMOGENI - Polizia e carabinieri, in assetto anti sommossa, hanno lanciano diversi lacrimogeni per evitare il contatto fra gli ultras di Brindisi e Foggia. L’aria diventa irrespirabile. Alcune famiglie si rifugiano all’interno dello stadio. E’ il caos. Un poliziotto sfiorato da una bomba carta è stato costretto a ricorrere alle cure del 118.

DASPO IN ARRIVO - A fatica i foggiani sono stati scortati lontano dal ‘Fanuzzi’. Alcune auto sono state danneggiate. Rami e aghi di pino hanno preso fuoco nel parcheggio, rendendo necessario l'intervento dei vigili del fuoco. Fortunatamente non ci sono state particolari conseguenze ma resta una serata da dimenticare in fretta. Eppure qualche avvisaglia c’era stata già prima dell’incontro. Resta da capire se qualcosa non ha funzionato nel servizio d’ordine. Di certo per i facinorosi coinvolti negli incidenti ci saranno conseguenze non da poco. Nei giorni scorsi il Questore di Brindisi Ferdinando Rossi aveva annunciato la linea dura contro ogni forma di violenza nello sport.

Coppa Italia: Rinviata Cerignola-Gravina
Bitonto senza limiti, un altro rinforzo in difesa