Calcio

Matelica, mister Tiozzo: 'Con la Recanatese sarà una grande partita. E sul girone...'

12.04.2019 23:49

Siamo all’antivigilia del match con la Recanatese, oggi pomeriggio i ragazzi svolgeranno l’ultimo allenamento prima della rifinitura di domani mattina. Meteorologicamente parlando il clima non è dei migliori, mentre dal lato sportivo è prevista una bella partita tra due squadre protagoniste del Campionato di serie D, mister Luca Tiozzo ci racconta come si stanno preparando i ragazzi in queste ultime ore prima della gara.

Mister, che gara sarà a Recanati, quali sono le difficoltà principali che incontreremo? Sarà più importante la tattica o la fame di vincere?

Partiamo con il dire, Sprecacè in porta, Dodi a destra, Monti a sinistra, Nodari e Esposito centrali difensivi, Lunardini davanti alla difesa, Raparo, Borrelli, Olivieri, Pera, Sivilla e gli altri, questa è una squadra eccezionale, l’unica squadra, insieme al Pineto, che è riuscita a battere il Cesena sia all’andata che al ritorno. Noi dovremo cercare con tutte le nostre forze di non fare quello che ha fatto il Cesena, riferito al risultato con la Recanatese. Sia chiaro questa è una squadra fenomenale, ha qualche pareggio in più rispetto a quella che poteva essere la tabella di marcia. Mettono in campo un ottimo calcio, cercano sempre la giocata giusta, hanno delle mezz’ali straordinarie e degli attaccanti che basta vedere i numeri,  viaggiano a quasi 40 gol in due, entrambi  giovano di un gioco di squadra eccezionale. Penso che venga prima la fame, prima la concentrazione, prima tutti quegli aggettivi che devono condire un’ottima prestazione, l’attenzione dovrà essere al primo posto.

Il suo Matelica come sta?

Con tre partite difficilissime di fila dal punto di vista emotivo, come Forlì, la semifinale di Coppa Italia e negli ultimi setto-otto minuti con la Jesina che ha visto Mancini ribattuto dal palo, Margarita che non ha agganciato e Favo in area piccola, il mio Matelica ha dimostrato che sta bene. Chiaramente in queste ultime sfide bisognerà stare molto attenti, concentrati sul gioco, in connessione tra i reparti e anche l’aspetto tattico sarà importante. Cercheremo di preparare al meglio ogni sfida.

Sull’altro fronte il Cesena andrà all’Aragona ove incontrerà la Vastese, sulla carta sembrerebbe una gara  più facile, vista la classifica, ma il momento dei romagnoli non è il migliore, si aspetta qualche sorpresa?

Del Cesena a Vasto non mi interessa, giocheranno la loro partita, non mi aspetto nulla semplicemente perché sono concentrato sui miei ragazzi, mi aspetto una nostra prestazione importante contro una squadra altrettanto importante.

Siamo quasi alla fine, nella corsa ai playoff chi vede favorite?

La Recanatese insieme a noi guida la griglia dei playoff, noi ci siamo già mentre loro credo ci vorranno essere a tutti i costi, mentre Notaresco e Francavilla sono fuori ma credo che il raggiungimento dei playoff conti per tutti anche per il futuro dei giocatori e dei tecnici. Anche la Sangiustese e il Pineto si batteranno fino alla fine per un posto nei playoff, sono tutte squadre importanti e attrezzate bene. Sarà una bella lotta in un campionato dove non c’è nulla di scontato, dove tutte le squadre di cui ho parlato hanno voluto provare a conquistare un posto sin dall’inizio, con grande sorpresa del Notaresco, con una continuità incredibile della Sangiustese rispetto alla scorsa stagione e la Recanatese che dal girone di ritorno dello scorso anno ha fatto cose incredibili.

SDM - Il punto di mister Taurino: 'Picerno non è una sorpresa, Bari società esemplare'
D/H: Taurino: ''Mi aspettavo che Taranto e Cerignola dessero più fastidio al Picerno'