Calcio

D/H - Cerignola, il Presidente Grieco Re del poker a Montecarlo

L'esperienza esaltante di Nicola Greco nel racconto di assopoker.com

05.05.2019 10:39

Cinque anni dopo Antonio Buonanno e due dopo Raffaele Sorrentino, l’Italia potrebbe avere un altro giocatore che alza una picca sotto il cielo di Montecarlo. Si tratta di Nicola Grieco (imprenditore e Presidente del Cerignola Calcio che milita nel girone H di Serie D ndr) che si è qualificato per il tavolo finale dell’EPT Montecarlo Main Event, e lo ha fatto da chipleader! 

Day 4 infinito, Nicola Grieco c’è

Praticamente da mezzogiorno a mezzanotte, tolta la pausa cena. Il day 4 dell’EPT Montecarlo by PokerStars è servito per arrivare da 30 a soli 6 giocatori, che nella giornata di sabato si disputeranno la vittoria di uno dei tornei live più ambiti dell’anno.

Le speranze italiane partivano con un 2/30 e arrivano con 1/6, oltretutto chipleader. Nicola “nik” Grieco si è dimostrato una volta in più a suo agio su questi palcoscenici e con questo tipo di pressione. Partito con 975mila, chiude con 7,17 milioni la busta più “pesante” del lotto. Nel mezzo, decine e decine di colpi dati e ricevuti con questi ultimi ovviamente in minoranza, altrimenti staremmo raccontando un’altra storia.

Alla soglia dei 40 anni e con una notevole esperienza live anche a livelli EPT, Grieco non è uno dei nostri talenti più reclamizzati ma ha alcune caratteristiche fondamentali per questo gioco. Prima tra tutte: non ha paura di niente. Per lui stare al tavolo con mostri sacri, con gente abituata a ballarsi i Super High Roller o con un emerito sconosciuto non fa alcuna differenza: un bluff, lui, è capace di mostrarlo a tutti.

Il bluff mostrato

Nelle ultime fasi di giornata, con la stanchezza che affiorava e il tavolo televisivo ad aggiungere pressione, Grieco ha giocato una mano contro Manig Loeser che è un po’ emblematica del “poker secondo nikgrieco”.
Al livello 30.000/60.000 con button ante 60.000, Nicola apre proprio da bottone a 200.000 con 10 9 , chiamato da Viktor Katzenberger sullo small blind con K  10 e da Manig Loeser sul big con A  2 -
Il flop 6  4  2  vede i bui fare check e Grieco c-bettare a 275.000, con il solo Loeser che decide di fare call.
Il turn è un 8 , che apre prospettive per entrambi. Loeser decide di fare ancora check-call, sulla bet dell’italiano che stavolta è di 500.000.
Il river J  “bricka” per entrambi, che non chiudono nulla dei rispettivi progetti. Loeser fa ancora una volta check e stavolta deve fronteggiare una bet da ben 1.2 milioni, da parte di Nicola Grieco.
Il tedesco ci pensa a lungo, spreca anche due gettoni timebank per poi foldare. Grieco allora non resiste alla tentazione di mostrare il bluff. Questo è il colpo che lo fa volare sopra i 7 milioni, consolidandolo in testa al torneo.

 

 

Clamoroso in C: Il Piacenza si suicida, l'Entella vince al 90' e va in B
Serie D: Girone H, la 34a Giornata in diretta