Calcio

Nardò, il ds Corallo: 'Stiamo vivendo un momento difficile'

11.03.2019 17:36

FONTE: Marcello CRETÌ - Nuovo Quotidiano di Puglia


NARDÒ - «La sosta è arrivata nel momento giusto, anche per poter recuperare qualche calciatore». Per il direttore sportivo granata, Andrea Corallo, il momento che sta vivendo il Nardò è «difficile e delicato». Il dirigente neretino, come tutto l'ambiente, sembra abbastanza fiducioso sul futuro della squadra guidata da mister Taurino, ma non nasconde le difficoltà che si stanno incontrando in questo scorcio della stagione.
«È vero - ha esordito Andrea Corallo - e non lo si può nascondere. Stiamo vivendo un momento difficile ed il fatto più preoccupante è che non siamo stati ancora in grado di ritrovare lo smalto della prima parte della stagione. Il tutto è stato molto evidente nell'ultimo match casalingo contro il Pomigliano, in cui non siamo riusciti a renderci pericolosi, nonostante fossimo passati in vantaggio per primi. È quasi come se la squadra avesse un vero e proprio blocco mentale». Appare quasi surreale non trovare una soluzione a questo problema: «Quando si incomincia una nuova stagione - ha proseguito il diesse granata - oltre ad allenare le energie fisiche, vengono allenate anche quelle mentali. Probabilmente questo aspetto è stato un po' trascurato. In questo frangente della stagione, dobbiamo veramente costruire un blocco unico fra squadra, società e tifosi. Può sembrare una frase fatta, ma non è così, anche perché tutti dobbiamo fare la nostra parte per conquistare il nostro obiettivo stagionale. Sono sicuro che questo Nardò non è così inferiore rispetto a molte altre squadre del nostro girone e non merita questa posizione in classifica. Ma per poter uscire da questo momento difficile serve veramente l'apporto di tutti».
Oltre all'aspetto mentale, il Nardò ha pagato parecchio anche le numerose assenze fra squalifiche ed infortuni. «La settimana che è appena trascorsa - ha concluso il dirigente neretino - ci è servita per ricaricare le batterie per queste ultime otto giornate di campionato. Per quanto concerne il discorso degli assenti c'è ben poco da dire. Per la trasferta di Sorrento gli unici che non saranno disponibili sono Versienti, per squalifica, e Cassano, alle prese con il recupero dopo l'operazione al ginocchio. Riguardo a quest'ultimo speriamo di poterlo riavere per la fine del mese, visto anche il grande impegno del ragazzo durante il periodo di riabilitazione. Tutti gli altri dovrebbero essere disponibili. Quindi Kyeremateng, Gigante e Palmisano dovrebbero essere convocati per questa insidiosa trasferta».
Bertacchi e compagni si ritroveranno domani pomeriggio per riprendere a lavorare in vista dello scontro diretto, in programma domenica prossima, a Sorrento. Come già anticipato il diesse Corallo, dovrebbero essere quasi tutti disponibili gli uomini a disposizione di mister Taurino. Solo l'attaccante esterno Palmisano, reduce da una microfrattura al collo del piede destro, potrebbe avere a disposizione anche qualche giorno in più per recuperare.

Giove: ‘Non me ne vado, il mio progetto è a lungo termine’
Viareggio Cup: La Rappresentativa sbatte contro il muro cinese, è 1-1