Calcio

Valeriano Narcisi miglior Giovane Procuratore di C: 'In questo lavoro contano correttezza e trasparenza'

14.02.2020 19:22

All’Italian Sport Awards il titolo di Miglior Giovane Procuratore serie C™ è stato conferito al 32enne brindisino Valeriano Narcisi. L’evento, organizzato dal giornalista Donato Alfani per rendere omaggio ai migliori atleti della stagione calcistica, premia non solo i big della serie A ma anche giocatori, tecnici e dirigenti di Serie B, C e D. La premiazione, giunta alla nona edizione, si è svolta lo scorso 4 febbraio a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Seriedmagazine.it ha incontrato il giovane procuratore in esclusiva:

Narcisi, cosa l'ha spinta a fare questo lavoro e come ha iniziato?

“Questo lavoro è iniziato per gioco, il calcio è stato sempre la mia passione. Ho cominciato ad appena 25 anni. Giravo per i campi della mia città per vedere le partite. Poi ho iniziato ad informarmi in giro per capire come si potesse diventare agente Fifa, ho conosciuto il mio amico Giovanni Tateo, brindisino come me, ma che vive da anni ad Urbino. E’ stato lui a darmi i primi consigli, indicandomi la strada giusta. Inoltre mi ha supportato nei momenti difficili. E posso assicurarvi che non sono stati pochi. Oggi, però posso dire che ne è valsa la pena”.Valeriano  Narcisi e Giovanni Tateo

Cosa consiglierebbe ad un giovanissimo che volesse affacciarsi a questo lavoro?

“Il consiglio che posso dare è di essere sempre corretti, sinceri e trasparenti e di non mollare mai, anche quando sembra tutto impossibile. L’importante porsi sempre degli obiettivi con dei tempi ben definiti”.

Cosa rappresenta per lei questo riconoscimento e a chi vuole dedicarlo?

“È una grandissima soddisfazione personale che ripaga tanti, tantissimi sacrifici fatti da me e anche dalla mia splendida famiglia con mio Padre Vincenzo Narcisi e mia madre Lucia che, insieme ai miei fratelli Elio e Valentina, sono stati la mi forza. Sicuramente lo dedico a loro e a mi moglie Diletta che ha rappresentato la vera svolta della mia carriera”.

Quale  stata la regina del mercato di Serie C secondo lei durante questo mercato di riparazione?

Sicuramente Bari, Reggina, Monza sono state le top del mercato di C.

Solitamente nel mercato di riparazione non avviene granchè in Serie C ma lei e Tateo avete spostato diverso calciatori importanti a gennaio.

Si, il mercato di riparazione non è facilissimo. Però posso dire che abbiamo cercato di fare il massimo per tutti i nostri calciatori  con grande soddisfazione.

Acr Messina, ecco l'allenatore che prenderà il posto di Zeman
I nostri consigli per la 24a giornata: attaccanti