Calcio

La dirigenza del Gela rompe il silenzio. “Non possiamo iscriverci in serie D”

L’articolo del Quotidiano di Gela spiega la difficile situazione

13.06.2019 16:51

Gela. Non ci sono le condizioni per scrivere la squadra al prossimo campionato di Serie D. La dirigenza del Gela rompe il silenzio e con un mese abbondante di anticipo annuncia il proprio disimpegno.

“I motivi sono senz’altro noti a tutti gli sportivi locali e a tutti quelli che appartengono alle istituzioni – è scritto in una nota – Lo status quo intorno alle strutture ha generato una enorme sfiducia in tutta la dirigenza ma anche e soprattutto il disinteresse mostrato verso la grave crisi economica nella società da parte delle istituzioni e della città”.

La famiglia Mendola non vuol fare passare l’annuncio come l’ennesima provocazione. “I motivi ai tanti sembreranno pretesto ma per noi sono sufficienti per non impegnarsi. La società è sul mercato avendo deciso la proprietà di cedere il titolo a favore di chi voglia andare avanti. Attendiamo di ricevere proposte adeguate”.

Peccato che il club non specifichi quali siano le condizioni per cedere la società e quale sia l’attuale stato economico. Ci risulta un incontro la settimana scorsa con il neo sindaco Lucio Greco mentre sul Presti sin qui solo ipotesi di soluzioni e due sopralluoghi in pochi giorni. E senza stadio difficile capire cosa.

Giugliano, scelta la sede del ritiro. Ecco le date
Turris, arrivano le prime conferme