Calcio

La FIGC si cautela: eliminare gradi giustizia sportiva, solo ricorsi al Tar

09.05.2020 18:26

Trascorrere un’estate tra i tribunali è uno spettro che la Federcalcio vorrebbe a tutti i costi evitare. Non a caso - sottolinea il Corriere dello Sport - è uno dei motivi che spingono a fare di tutto per completare la stagione. L’eventualità di uno stop definitivo, però, è ancora concreta. Dovesse accadere, dovranno comunque essere stabiliti i verdetti per i campionati, in particolare promozioni e retrocessioni. Ed è proprio per quest’ultime che potrebbero scatenarsi i contenziosi, a colpi di ricorsi. Cautelarsi, insomma, diventa una necessità. E Gravina, da questo punto di vista, si è già messo in moto. Sul tavolo, infatti, c’è già una proposta presentata al Governo, che riduce al minimo i gradi di giudizio. Il piano del presidente federale prevede addirittura di eliminare completamente la giustizia sportiva, lasciando il Tar del Lazio come unico organo a cui opporsi. Come conseguenza, nei giorni scorsi, Gravina ha inviato una lettera anche a Zingaretti, governatore del Lazio, per informarlo del suo progetto.

il bollettino delle 18: superata quota 100mila guariti, calano ancora i contagi
Emiliano conferma, ‘Parrucchieri aperti dal 18 maggio’