Calcio

Atalanta, insulti al tifoso: Le reazioni di Gasperini e del team manager Moioli

12.07.2020 09:12

"Il diverbio col tifoso del Napoli? Io non sono coinvolto. Abbiamo invitato la persona a Zingonia, vedrete quando viene fuori chi è". Così l'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini commenta quanto accaduto a Bergamo prima della partenza per Torino, dove stasera i nerazzurri hanno affrontato la Juventus: un tifoso del Napoli si è rivolto in modo ironico al tecnico degli orobici e un componente dello staff dell'Atalanta, il team manager Mirco Moioli, ha risposto con una frase ("Terrone del c...") finita anche al centro di un'inchiesta della procura Figc. "È stato aperto un procedimento? Non mi sento coinvolto, non è nella mia storia e nella mia vita - ha sottolineato Gasperini ai microfoni di Dazn dopo la partita con la Juventus -. Ho amici dappertutto, non è un problema mio e neanche dell'Atalanta". 

SCUSE -  A fine serate sono arrivate le scuse di Moioli: "Mi scuso per l’espressione usata nei confronti di questo pseudo-tifoso. Mi scuso per non essere stato in grado di mantenere la calma di fronte alle accuse gravi ed infamanti di questo signore che, evidentemente, aveva preparato la provocazione. Non mi sto giustificando, sono consapevole di aver sbagliato, anche nei confronti dell’Atalanta".

VIDEO - Dirigente dell'Atalanta chiama 'terrone' un tifoso del Napoli
Studio 100: Mercato, anche il Taranto su Carlos Biason