Calcio

Morte tifoso, il Prefetto di Potenza: 'E' stato un agguato premeditato'

20.01.2020 14:33

POTENZA - Si è trattato "di un agguato premeditato: un episodio gravissimo e inaudito". Così il prefetto di Potenza, Annunziato Vardè, parlando con i giornalisti al termine della riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica sugli incidenti tra i tifosi di Vultur Rionero e Melfi (Eccellenza lucana) che, ieri hanno portato alla morte di un tifoso vulturino, Fabio Tucciariello, di 39 anni, investito da un'auto con a bordo tre tifosi melfitani, a Vaglio di Basilicata (Potenza). Nell'investimento è rimasto gravemente ferito anche un altro tifoso della Vultur Rionero, di 28 anni, ricoverato all'ospedale San Carlo del capoluogo lucano. "Stamattina - ha aggiunto il prefetto - è stato valutato di dare una risposta per isolare i tifosi violenti, perché evidentemente non bastano i servizi di ordine pubblico. Il fatto non si è verificato in prossimità di uno stadio né tra le tifoserie di due squadre che si sarebbero dovute affrontare ieri". Allo "scopo di prevenire reazioni" e "attesa la situazione di tensione che potrebbe aver determinato questo gravissimo fatto nelle due tifoserie", sono stati "intensificati al massimo i servizi di vigilanza e di controllo del territorio, soprattutto a Melfi e Rionero in Vulture (Potenza)". Lo ha confermato lo stesso prefetto di Potenza, aggiungendo che "sarà valutata caso per caso, partita per partita, la possibilità di vietare le prossime trasferte delle due tifoserie".

Tifoso ucciso, scattano 25 arresti
E' fatta: Bollino è del Taranto