Calcio

Taranto, Pagni: 'Ero tornato a Taranto nel ricordo dell'era Blasi. Ho lasciato per motivi personali'

20.09.2020 16:12

Per Danilo Pagni, Taranto è una ferita ancora aperta. L'ex diesse ne parla al passato tradendo un pizzico di amarezza, che cozza con la fiducia di tornarci un giorno. Ha vinto quasi ovunque Danilo Pagni, ma non in quella Taranto che considera la sua seconda casa. In una interessante intervista pubblicata dal Corriere dello Sport, Danilo ripercorre le sue tre esperienza rossoblu lasciando la porta spalancata, "A Taranto ci tornavo sulla scia dei ricordi dell’esperienza vissuta con Blasi, nel 2008. Un imprenditore di successo, persona straordinariamente leale e corretta. Una volta mi propose il ruolo di presidente, pensavo scherzasse. Fu il dottor Petrocelli a comunicarmi la sua decisione: ringraziai e rifiutai perché era una carica che non mi sentivo di assumere. Poi Blasi passò la mano a D’Addario e la squadra fu smembrata. La scorsa estate sono stato richiamato dal presidente Giove, dopo il contatto con Galigani. Tornare a Taranto, città dal grande fascino, mi rendeva felice. Ho dovuto lasciare per motivi personali e normativi. Una scelta difficile, sofferta. Avevo tutto pronto per la partenza. Ho ringraziato la famiglia Giove, ma spero un giorno di tornarci. A Taranto esiste solo una parola: vincere. E tutto si fa più complesso».

Bitonto, riconfermato Lattanzio: 'Grazie Rossiello'
Presenza del pubblico. Sibilia: “Rispetto per i Dilettanti, servono soluzioni uniformi”