Calcio

Serie D: Porte chiuse, il presidente del Sestri Levante invita i colleghi a prendere posizione

08.10.2020 23:51


Pare abbiano prorogato la condizione di “giocare a porte chiuse”. Allora io come Presidente di una squadra di questo girone (il Sestri Levante)faccio un appello a tutti i miei colleghi perché si debba reagire in modo deciso per non rischiare che il ns calcio finisca. Io penso che entrare in un impianto sportivo per assistere ad una partita all’aperto, rispettando ovviamente i protocolli anti-Covid (mascherine, distanziamenti, misurazione della temperatura e quant’altro)non sia ASSOLUTAMENTE diverso dal passeggiare in una via o in una piazza del centro città muniti di mascherine. Solo che....se subiamo questa restrizione senza fiatare , senza fare fronte comune, andremo alla deriva e daremo vita a uno spettacolo desolante, per pochi intimi dove anche il minimo entusiasmo di fare sport , di andare al campo, di incitare i ns ragazzi, di commentare le loro gesta VERRÀ MENO e sarà l’inizio della FINE di questa meravigliosa PASSIONE. Allora dobbiamo fermarci, parlarne e portare alla ragione chi vuole proseguire con questa ASSURDA situazione. Vi invito a riflettere e spero che siate concordi a prendere una posizione in merito.

Serie D: Un club si ribella e gioca a porte aperte, multato dalla polizia
STUDIO 100 - Il Bitonto non si ferma più, arriva un ex Picerno