Calcio

D/H: TARANTO, ECCO LE MOTIVAZIONI DEL RICORSO CONTRO LA FIDELIS ANDRIA

04.05.2021 14:34

Il Taranto ha presentato preannuncio di reclamo contro il risultato di domenica 2 maggio contro la Fidelis Andria.

Il motivo del ricorso dovrebbe essere la posizione dell’attaccante andriese Pablo Acosta: il calciatore argentino quest’anno ha cambiato tre maglie. Ha iniziato la stagione nell’Atletico Terme Fiuggi, per poi passare al Molfetta e infine alla Fidelis Andria, tre società di serie D.

L’articolo 95 delle NOIF e il comunicato ufficiale n° 239/A del 26 giugno 2020:  “nella stessa stagione sportiva un calciatore professionista può tesserarsi, sia a titolo definitivo che a titolo temporaneo, per un massimo di tre diverse società, ma potrà giocare in gare ufficiali solo per due delle suddette società. Il calciatore giovane dilettante o non professionista che si tessera per società professionistica ed il calciatore giovane di serie sono soggetti alla medesima disposizione“.

Il comunicato FIGC 239/A, invece, solo per l’attuale stagione consente “in deroga all’art. 95.2 delle NOIF, che un calciatore professionista o giovane di serie possa tesserarsi, a titolo definitivo o a titolo temporaneo, per un massimo di tre diverse società e giocare in gare ufficiali per tre società; 2) di considerare, ai fini di quanto previsto al capoverso precedente, i trasferimenti tra società dilettantistiche e società professionistiche intervenutia partire dal 1° settembre 2020“.

Quest’ultimo comunicato parla di calciatori professionisti e non di dilettanti, un dettaglio che è stato anche affrontato dal punto di vista giuridico, in quanto, sembra, non esiste una deroga ufficiale e chiara per i dilettanti: probabilmente per questo motivo il Taranto ha deciso di presentare ricorso. (fonte: mondorossoblu.it)

D/E: SINALUNGHESE, CHIUSO IL RAPPORTO CON IL DS DEL SETTORE GIOVANILE
Fidelis Andria: Roselli, ‘Il Taranto mi ha deluso’