Calcio

Dietrofront, niente partite a calcetto

14.06.2020 22:17

Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e' intervenuto dalla pagine di Fanpage, sulla possibilità di riprendere gli sport amatoriali, come il calcetto, il prossimo 25 giugno esprimendo al riguardo dubbi e perplessita'. Ecco di seguito il suo pensiero

“Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri prevede che la valutazione sulla riapertura degli sport di contatto venga fatta a partire dal 25 giugno; il che non vuole assolutamente dire che dal 25 giugno la ripresa sia automatica. Dal 25 giugno in realtà il Ministero della Salute si è riservato di verificare con le rispettive Regioni lo stato della curva epidemiologica e di decidere, regione per regione, l’eventuale apertura nei giorni e nelle settimane successive. Il senso di responsabilità di chi governa non può essere condizionato neppure dagli insulti o dagli auspici di morte dolorosa che vergognosamente qualcuno ha scritto nei commenti in queste ore”.

“Questi sport non riprenderanno neanche il 25 giugno con certezza – prosegue il Ministro – perché il Ministro Speranza ha ritenuto che non si potesse venire meno alle due regole che valgono per tutti i cittadini, ovvero il distanziamento sociale e la mascherina. Gli sport di contatto non consentono di rispettare queste due regole. Oggi per andare in un supermercato, o per viaggiare in treno, noi chiediamo agli italiani di mantenere il distanziamento sociale e di portare la mascherina. Non possiamo consentire che soltanto per fare attività sportiva di base queste misure di sicurezza vengano evitate. Quindi non sappiamo ancora quando ci sarà il via libera agli sport di contatto”.

Taranto, Feola è sempre più vicino. Ecco la situazione
Foggia: Cori con gli ultras, piovono multe e squalifiche per i calciatori