Calcio

Liverani "per fortuna si delinea ripresa Serie A"

23.04.2020 12:31

(ANSA) - ROMA, 23 APR - Un presente da allenatore sulla panchina del Lecce, con la speranza di ripresa della Serie A, un passato da giocatore ricco di soddisfazioni e un curriculum importante. Perugia, Lazio, Fiorentina, Palermo e anche tre presenze con la Nazionale azzurra: Fabio Liverani, però, fu vicino anche a trasferirsi a Torino, alla Juventus. Un retroscena di mercato svelato proprio da lui stesso a Sky durante la trasmissione Calciomercato-L'Originale: "Ero vicino alla Juventus, ci doveva essere uno scambio con O'Neill che però non accettò di andare a Perugia così mi trasferì alla Lazio.
    O'Neill che poi a Perugia andò, ma l'anno seguente. Quando andai via a parametro zero dalla Lazio scelsi la Fiorentina, ma la Roma provò a prendermi".
    Altri aneddoti della carriera da calciatore: "Fino al triplice fischio vivo tutto al massimo, fino all'ultimo secondo faccio fatica ad accettare la sconfitta. Una volta persi una partitella perché Lupatelli fece una papera - ricorda Liverani - allora lo rincorsi fino allo spogliatoio dove lo trovai sdraiato per terra, mentre con il gessetto aveva tracciato la sua sagoma col gessetto, come se fosse morto", sorride Liverani ricordando l'episodio.
    Pensiero anche sul momento attuale e sulla possibile ripresa del campionato: "Se sto occupando il tempo in quarantena studiando nuove tattiche e nuovi sistemi di gioco? Nel primo periodo avevo tanta positività perciò sì, poi piano piano l'entusiasmo è andato scemando. Questo è il momento un po' più critico, ma fortunatamente - anche se c'è ancora tanta confusione - si delinea la possibilità di poter ripartire la stagione e allora si pensa a ricominciare: non attivare la mente sul campo per troppo tempo diventerebbe un problema", conclude Fabio Liverani.
    (ANSA).

Brindisi, il ds Dionisio: 'Bisogna decretare subito la fine altrimenti si compromette anche la prossima stagione'
CdS: "Contini: «Crema nel cuore» | Una maglia per solidarietà"