Il Matelica è già proiettato ai play-off e bomber Pera non delude mai: per lui quota 20 gol

0
20
Manuel Pera, attaccante del Matelica

“Sono strafelice per essere tornato al gol che mancava da troppo tempo e quando non segno ne risento. I miei compagni lo sanno bene perché divento pesante”. Così ammette simpaticamente l’attaccante del Matelica Manuel Pera, al lavoro per la trasferta di domenica a Cesena, dove alle 15 affronterà il Romagna Centro. Con la doppietta messa a segno con la Vis Pesaro, Pera è salito a quota 20 gol (considerando anche i due realizzati a Chieti che sono stati tolti a seguito dell’esclusione degli abruzzesi dal torneo): “Ora sto bene e quando sono in forma qualcosa di buono riesco a farlo– commenta –, mi dispiace che ho avuto qualche problema durante la stagione perché se sto bene so che posso fare di più. Voglio cercare sempre di dare il massimo e qualche volta non mi rendo conto che non stando bene fisicamente rischio di fare peggio”.

“Ci mettiamo l’anima, diamo veramente tutto – prosegue ancora il bomber biancorosso -, non che non fosse così prima, però oggi ci proviamo di più, cercando di superare dove non arriviamo tecnicamente con testa e cuore, e non ultimo un maggiore spirito di sacrificio tutti insieme. E’ come sarebbe dovuto essere fin dall’inizio. Così vorremo comportarci anche domenica a Cesena, contro il Romagna Centro, in una gara che ci ha lasciato ancora l’amaro in bocca per la sconfitta dell’andata”.

Twitter @seriedmagazine