La Vultur scivola contro il Cynthia e il presidente Dipierri reagisce: “Non accetto accuse infondate a tecnici e calciatori”

0
242
Roberto Sosa (foto Luca Rosati)

Un ko che ha innescato reazioni polemiche quello rimediato dalla Vultur, superata sul proprio campo dal Cynthia (1-2), con i laziali che riaccendono le speranze di acciuffare i play-out. La squadra di Roberto Sosa resta in ogni caso in una posizione di classifica compatibile con l’obiettivo salvezza fissato a inizio stagione.

Antonio Dipierri, presidente della Vultur

Nel dopo gara, il presidente bianconero Antonio Dipierri ha reagito con veemenza: “Pur comprendendo la delusione di tutti i nostri tifosi e dei sostenitori della Vultur per il risultato, non posso permettere in alcun modo che accuse assolutamente infondate e gravi vengano indirizzate nei confronti dei nostri tecnici e dei nostri calciatori. E sarebbe grave se queste venissero addirittura alimentate da persone vicine alla società. In modo particolare chi condivide con il sottoscritto il delicato compito gestionale comprende bene quali difficoltà vi siano nel mantenere puntualità negli adempimenti nei confronti dei tesserati che al momento attuale sono in attesa di risposte concrete. Questo tuttavia non autorizza alcuno a tirarsi fuori dai propri impegni – prosegue il massimo dirigente – e se iniziative all’interno dello spogliatoio sono state messe in atto, contrariamente alle disposizioni regolamentari, solo la società è tenuta ad intervenire nel modo in cui si riterrà giusto, richiamando alle loro responsabilità tecnici e calciatori perché tengano vigile la loro concentrazione in questa delicata fase del campionato”.

Nell’occasione, Dipierri ha anche blindato la posizione dell’allenatore argentino: “Si conferma la fiducia nel tecnico e nella sua capacità di saper tenere unito e compatto il gruppo. Invito pertanto tutti alla serenità e a ricordare quanto di buono si sta facendo. Il supporto che sempre più esplicitamente si chiede ai nostri sostenitori è di spingere il territorio ad esprimere generosità ed incoraggiamento alla società, quello che effettivamente è mancato e che ad oggi non è più sostenibile se si vuole garantire serenità per ultimare questo campionato con soddisfazione e soprattutto in vista della programmazione della prossima stagione. E’ questo il tempo delle azioni concrete – conclude Dipierri – e non più degli alibi o delle accuse gratuite elusive delle reali preoccupazioni”.

Twitter @seriedmagazine