Il ds Simone Grillo rilancia la Vultur: “Conquistiamo la salvezza con tanto lavoro, e per me è finito un incubo…”

0
420
Simone Grillo (foto Michele Salvatore)

Battendo il Trastevere domenica scorsa la Vultur ha riaperto la lotta al vertice nel girone H, dando anche una significativa iniezione di fiducia alle sue ambizioni salvezza. Simone Grillo, direttore sportivo del club bianconero, insieme a mister Sosa ha lavorato quotidianamente per compattare lo spogliatoio anche nei momenti più difficili. Ottenendo sul campo una risposta più che positiva nel match forse più difficile. “Da inizio stagione per tutti siamo sempre una squadra molto ostica da affrontare – ha commentato -, guardando la classifica possiamo fare mea culpa per dei punti buttati, ma ci può stare considerando che siamo una matricola e per l’età media molto giovane del gruppo. Come nella maggior parte delle società  di questo campionato ci sono dei momenti ordinari di difficoltà, il salto rispetto all’Eccellenza lucana è molto importante dal punto di vista economico. C’è qualche ritardo sui rimborsi, si sta lavorando per arrivare a fine anno in maniera tranquilla e sistemare l’anno prossimo”.

A Grillo va il merito di aver costruito una squadra competitiva (gli under hanno già parecchi occhi addosso, ndr) e di aver convinto Roberto Sosa a rilanciare la sua carriera in panchina proprio da Rionero. “Allo staff tecnico posso fare solo i complimenti – prosegue il giovane ds -, c’è un gran lavoro ogni giorni del preparatore atletico Cannone e del mister, che cura ogni dettaglio. Basta vederlo in allenamento. Qualche telefonata di apprezzamento per fortuna l’ho ricevuta anche da categoria superiore. Per fortuna con il proscioglimento dalle accuse di Dirty Soccer è finita una storia che ha segnato tre anni della mia vita. Un incubo. Adesso posso iscrivermi al corso da direttore sportivo professionista, ma il primo obiettivo è conquistare la salvezza alla Vultur”.

Twitter @seriedmagazine