Il punto: la lotta al vertice nei nove gironi di Serie D dopo la ventiquattresima giornata

0
312
Rieti - Torres

Prosegue nel segno dell’equilibrio la lotta in vetta al girone A, con quattro squadre in tre punti: comandano Cuneo (16 gare di imbattibilità) e Varese con i successi rispettivamente su Legnano e Pinerolo. A meno due il Chieri frenato nell’anticipo dal Verbania, a meno tre la Caronnese.

Scatto importante per il Monza di Marco Zaffaroni, che superando senza affanni il Levico Terme va in doppia cifra nel vantaggio sulle inseguitrici nel girone B. La Pergolettese, rimontata sul 2-2 dalla Virtus Bergamo, ora è a dieci punti. Un passo più indietro Ciliverghe e Pro Patria.

La striscia utile di 19 partite del Mestre è terminata ad Este, rimettendo in corsa la Triestina nel girone C. Il distacco dal primo posto per gli alabardati, che hanno superato la Calvi Noale in extremis, resta comunque di sette punti nonostante le cinque vittorie consecutive.

L’esultanza dell’Imolese

L’Imolese di Francesco Baldini, vincendo a Correggio (tredicesimo risultato utile), difende la vetta nel girone D. Ma Lentigione e Delta Rovigo (imbattuto da 18 gare) inseguono a solo un punto. Frenata del Ravenna, ora a meno quattro, dopo il pari sul campo della Pianese.

Nel girone E allunga il Gavoranno che ora ha cinque punti di vantaggio sulla Massese e otto sulla coppia Lavagnese-Savona.

Sempre più interessanti gli spunti offerti dal girone F. Il gol 240 in carriera di Hernan Molinari trascina la Fermana contro il Monticelli. La squadra di Flavio Destro (padre di Mattia) comanda con quattro punti di vantaggio sulla Vis Pesaro del capocannoniere Costantino e cinque sul Matelica, che ha osservato il turno di riposo.

Il Rieti (girone G), battendo la Torres, allunga a più quattro sull’Arzachena che ha messo fine con il ko di Ostia alla sua lunga imbattibilità. Nel prossimo turno è in programma proprio Arzachena-Rieti, scontro diretto decisivo. Terzo è il Monterosi, inaspettatamente battuto in casa dal Sansepolcro di Marco Schernardi.

Agropoli – Trastevere (foto Carol Violante)

Il Trastevere, nonostante il pari ad Agropoli, difende il vantaggio di sette punti sulla Nocerina nel girone H. La capolista non perde da 14 gare. A meno otto c’è il Bisceglie, che sconta il peso dei tre punti di penalizzazione. Abbandona i sogni di gloria il Gravina, finito ko a Picerno.

Il girone I domenica metterà di fronte le prime due forze del campionato in un interessantissimo Cavese – Leonzio. I siciliani di Ciccio Cozza, che hanno superato 4-1 la Sarnese, hanno mantenuto due punti di vantaggio nella giornata in cui la Cavese ha superato in trasferta il Pomigliano. Proverà ad approfittare dello scontro diretto l’Igea Virtus, attualmente a meno quattro dal primato.

www.pietroscognamiglio.it
Twitter @seriedmagazine