Coppa Italia Dilettanti: al via la fase nazionale, in palio una promozione in Serie D

0
410

Nel mese di febbraio torna puntuale l’appuntamento con la fase nazionale della Coppa Italia Dilettanti. Giunta alla 51a edizione, la competizione, che mette di fronte le formazioni di Eccellenza che hanno trionfato nella fase regionale, debutta il prossimo 22 febbraio per concludersi il 19 aprile (data non ancora ufficiale). In palio, oltre all’ambitissima promozione diretta in Serie D, il trofeo conquistato lo scorso anno dall’Unione Sanremo.
La Coppa Italia Dilettanti, istituita dalla Lnd nella stagione 1966/’67, è un trofeo storico e unico al tempo stesso, con un’emozionante fase nazionale (che fino al 1999/’00 prevedeva anche una finale incrociata tra le vincenti della Coppa di Serie D e quelle provenienti appunto dalle regioni).

LE REGOLE Tutte le squadre partecipanti dovranno schierare in campo obbligatoriamente un calciatore classe ’98 e uno del ’97. Se la squadra vincente la Coppa ha già acquisito la promozione in D al termine del campionato sarà la finalista a fare il salto di categoria. Se entrambe le finaliste hanno conquistato la promozione in campionato allora tramite sorteggio sarà individuata una delle semifinaliste che avrà diritto alla D. Infine se anche la semifinalista sorteggiata ha già conquistato la categoria superiore per il piazzamento in campionato sarà l’altra semifinalista a salire in Serie D.

Come consuetudine le 19 squadre qualificate per la fase nazionale sono state suddivise in tre Triangolari e cinque accoppiamenti.

Triangolari

Gir. A: Borgaro Torinese, Romanese, Sestrese
Gir. B: Clodiense, Gemonese, Trento
Gir. G: Moliterno, Portici, Team Altamura

Chi vince la prima partita riposa nella seconda giornata. Il sorteggio ha determinato chi riposa nella prima giornata e chi gioca in trasferta la prima gara. Passa il turno chi ottiene più punti. In caso di arrivo a pari punti conta la differenza reti, in seconda battuta il numero di reti segnate e infine i gol realizzati in trasferta.

Accoppiamenti

Gir. C: Baldaccio Bruni – Rimini
Gir. D: B. Nazzaro Chiaravalle – Villabiagio
Gir. E: Tortolì – Unipomezia
Gir. F: Macchia – Paternò
Gir. H: Troina – Vigor Lamezia

In caso di parità di punteggio al termine dei 180’ saranno i rigori a sancire la squadra vincente.

Il calendario

22 febbraio: 1a fase triangolari – andata accoppiamenti
1 marzo: 2a gara triangolari – ritorno accoppiamenti gironi C, D, E, F e H
8 marzo: 3a gara triangolari – ritorno accoppiamento girone F
15/22 marzo: Quarti di finale – andata/ritorno
29 marzo/5 aprile: Semifinali – andata/ritorno
19 aprile: Finale (da ufficializzare)

Mercoledì 22 febbraio – ore 14.30

Girone A: Sestrese-Romanese (riposa: Borgaro Torinese)
Girone B: Trento-Gemonese (riposa Clodiense)
Girone C: Rimini-Baldaccio Bruni
Girone D: B. Nazzaro Chiaravalle-Villabiagio
Girone E: Unipomezia-Tortolì
Girone G: Moliterno-Team Altamura (riposa: Portici)
Girone H: Vigor Lamezia-Troina

Mercoledì 1 marzo – ore 14.30

Girone A: 2a gara triangolare
Girone B: 2a gara Triangolare
Girone C: Baldaccio Bruni-Rimini
Girone D: Villabiagio- B. Nazzarro Chiaravalle
Girone E: Tortolì-Unipomezia
Girone F: Paterno-Macchia
Girone G: 2a gara triangolare
Girone H: Troina-Lamezia Terme

Mercoledì 8 marzo – ore 14.30

Girone A: 3^ gara triangolare
Girone B: 3^ gara triangolare
Girone F: Macchia-Paterno
Girone G: 3^ gara triangolare

Twitter @seriedmagazine